Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti.
Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo.
Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, seleziona l'altro bottone.
×
F1 - La natura in rete - Master MaCoN
Image from morguefile.com by ariadna
Image from morguefile.com by gracey
Image from morguefile.com by mirabbi

News

Orario in bozza
Pubblicato il calendario dell'impegno settimanale | 15-10-2018

Un calendario indicativo dell'impegno settimanale è stato pubblicato nella ... Leggi di più...

Iscrizioni prorogate
La scadenza per le iscrizioni è stata prorogata al 31/10/2018 | 17-09-2018

il termine previsto per le iscrizioni è stato prorogato al 31/10/2018.

Sezione FAQ
È attiva una pagina per le FAQ | 21-08-2018

E disponibile una sezione relativa alle domande più frequenti. Clicca qui per accedere, ... Leggi di più...

Sono aperte le iscrizioni
Iscrizioni aperte | 03-08-2018

Per iscriversi, accedere al sito di Ateneo (www.uninsubria.it).

Altre notizie

F1 - La natura in rete:  i processi partecipativi, quando servono e come si utilizzano nella conservazione, gestione e valorizzazione del territorio

Docente: [in corso di definizione]

Obiettivi formativi

Con questo modulo s’intende esplorare le opportunità e le potenziali criticità dei processi partecipativi finalizzati alla conservazione e valorizzazione della Rete Natura 2000 e del territorio che le ospita. In particolare, le attività formative consentiranno agli studenti di focalizzare l’attenzione su diversi aspetti riguardanti la dimensione partecipativa:

  1. perché si parla di conservazione e valorizzazione in specifici luoghi di un territorio;
  2. quando la partecipazione e la condivisione delle conoscenze e dei valori di un territorio sono necessarie;
  3. chi sono gli attori da coinvolgere e con cui relazionarsi, con quali azioni e strumenti;
  4. perché coinvolgerli nella pianificazione e nelle azioni di conservazione e gestione dell’ambiente naturale di un territorio; sulla base di quali valori e con quali motivazioni;
  5. come favorire la partecipazione: con quali tecniche e con quali finalità;

Durante il percorso formativo, lo studente comprenderà come è cambiato nel tempo l’approccio alla conservazione della Natura, dalla protezione della singola specie e del suo habitat al concetto di biodiversità ed ecosistemi, passando per la concezione delle aree protette quali siti comunitari nella Rete Natura 2000 (Direttiva Uccelli e Habitat); alla valorizzazione dalle relazioni fra uomo e natura e alla pianificazione delle reti ecologiche a scala provinciale/regionale.

Lo studente acquisirà inoltre una maggior consapevolezza sul possibile percorso da seguire per risolvere diffidenze e conflitti tra protezione ambientale, gestione delle risorse naturali e sviluppo socio-economico dei territori montani (agricoltura, turismo e ambiente, caccia e pesca), e una visione globale della complessità dei sistemi socio-ecologici.

Le attività pratiche permetteranno inoltre di conoscere e sperimentare alcune delle principali tecniche adottate nel corso del processo partecipativo realizzato nell’ambito del progetto LIFE+ TEN. Esempi concreti, uscite sul campo e incontri con realtà culturali ed economiche del territorio offriranno un’ulteriore chiave di lettura per meglio comprendere le basi dell’approccio partecipato alla conservazione della natura. In un contesto informale e immersi nella Natura della Rete, agli studenti sarà data la possibilità di dialogare coi coordinatori e gestori della Rete, ricercatori MUSE (fauna e flora) e mediatori del territorio (Museo delle Palafitte e Centro visitatori di Tremalzo), oltre che con i referenti del Sistema della Aree protette della PAT.

Prerequisiti

È consigliabile una preparazione di base sui concetti di biodiversità, specie e habitat, e sui principi generali di conservazione della natura.

Contenuti del corso

L’insegnamento tratterà i seguenti argomenti:

  • il Sistema delle Aree protette in Trentino: aspetti legislativi e normativi (Direttive europee, Rete Natura 2000); Reti di riserve; il programma MAB (Man and Biosphere) e la Riserva di Biosfera Alpi Ledrensi e Judicaria;
  • dal progetto LIFE + TEN: processi partecipativi e tutela attiva; definizione degli Ambiti Territoriali Omogenei; conservazione “diffusa” e reti ecologiche; inventario delle azioni di tutela attiva;
  • la partecipazione in pratica, ovvero "fare rete": reti di riserve; esempi e best practices; conservazione della natura e sviluppo locale;
  • tecniche di partecipazione: tecniche di inclusione e organizzazione; la gestione del processo partecipativo: facilitazione, informazione e discussione; processo partecipativo e analisi dei risultati;
  • storia, cultura e documentazione: il ruolo di un Museo nel territorio (l’esempio del Museo di Ledro);
  • ricerca e monitoraggio: come contribuire alle conoscenze e conservazione della biodiversità del territorio della Rete;
  • relazioni e ruoli: le possibili soluzioni per la conservazione dalle attività antropiche agro-silvo-pastorali tradizionali;
  • i valori e le conoscenze al servizio di un turismo sostenibile e di qualità.
 

Metodi didattici

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso lezioni frontali, esperienza diretta con esperti del settore ed  esercitazioni.

Modalità di verifica dell’apprendimento

[in corso di definizione]

Testi di riferimento

Saranno forniti slide e materiali didattici delle lezioni.

Altre informazioni

Per le escursioni sul territorio si raccomandano un abbigliamento ed un equipaggiamento adatto alla stagione (tarda primavera o settembre) e alla montagna. Si prevede il pernottamento (due notti) in due contesti privati a carico del partecipante; la logistica è in corso di definizione.