Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti.
Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo.
Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, seleziona l'altro bottone.
×
C2 - L'utilizzo sostenibile della fauna e la sua comunicazione - Master MaCoN
Image from morguefile.com by ariadna
Image from morguefile.com by gracey
Image from morguefile.com by mirabbi

News

Orario in bozza
Pubblicato il calendario dell'impegno settimanale | 15-10-2018

Un calendario indicativo dell'impegno settimanale è stato pubblicato nella ... Leggi di più...

Iscrizioni prorogate
La scadenza per le iscrizioni è stata prorogata al 31/10/2018 | 17-09-2018

il termine previsto per le iscrizioni è stato prorogato al 31/10/2018.

Sezione FAQ
È attiva una pagina per le FAQ | 21-08-2018

E disponibile una sezione relativa alle domande più frequenti. Clicca qui per accedere, ... Leggi di più...

Sono aperte le iscrizioni
Iscrizioni aperte | 03-08-2018

Per iscriversi, accedere al sito di Ateneo (www.uninsubria.it).

Altre notizie

C2 - L’utilizzo sostenibile della fauna e la sua comunicazione

Docente:  Ettore Zanon

Obiettivi formativi

Obiettivo dell'insegnamento è fornire strumenti per la comprensione critica delle logiche di gestione della fauna selvatica,  in particolare della gestione faunistico-venatoria effettuata secondo criteri di conservazione e sostenibilità.

Verranno anche affrontate le tematiche connesse alla percezione della caccia nella società, sia in contesti rurali, sia urbani, nonché  delle problematiche di comunicazione correlate.

Al termine del corso è atteso che lo studente abbia acquisito le seguenti capacità:

  • conoscenza delle logiche della gestione faunistico-venatoria;
  • comprensione dei concetti base della gestione faunistico-venatoria;
  • comprensione degli elementi di ordine economico legati alla fauna;
  • analisi critica della percezione dell’attività venatoria nella società.

Prerequisiti

Nessuno.

Contenuti del corso

L’insegnamento tratterà i seguenti argomenti:

  • la caccia come forma di utilizzo sostenibile della risorsa naturale rinnovabile fauna;
  • la caccia come strumento di gestione faunistica e l’istituto giuridico del controllo faunistico;
  • principi della gestione faunistico venatoria;
  • la gestione degli ungulati: tecniche di censimento e pianificazione del prelievo;
  • il valore economico della fauna (costi e benefici) e l’indotto della caccia;
  • caccia e società: relazioni pericolose.

L’insegnamento sarà inoltre arricchito da un'esperienza sul campo di una giornata, con simulazione delle attività di censimento di camoscio, capriolo e cervo (quest'ultimo in notturna).
Il corso si completerà con un’esercitazione pratica per verificare le nozioni apprese: gli studenti, suddivisi in gruppi di lavoro, dovranno elaborare un sintetico programma gestionale di una popolazione di ungulati in un’area, considerando un prelievo venatorio sostenibile e il relativo indotto economico, e presentarlo a un ipotetico gruppo di cittadini di area urbana.

Metodi didattici

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso lezioni frontali, esperienza sul campo e  esercitazioni.

Modalità di verifica dell’apprendimento

[in corso di definizione]

Testi di riferimento

Saranno forniti slide e materiali didattici delle lezioni. 

Altre informazioni

Verranno messi a diposizione strumenti ottici di osservazione da utilizzare  durante l'esercitazione.
Verranno fornite indicazioni su abbigliamento ed attrezzatura consigliati per lo svolgimento dell’esercitazione sul campo.