Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti.
Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo.
Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, seleziona l'altro bottone.
×
B1 - Comunicazione della Scienza - Master MaCoN
Image from morguefile.com by ariadna
Image from morguefile.com by gracey
Image from morguefile.com by mirabbi

News

Orario in bozza
Pubblicato il calendario dell'impegno settimanale | 15-10-2018

Un calendario indicativo dell'impegno settimanale è stato pubblicato nella ... Leggi di più...

Iscrizioni prorogate
La scadenza per le iscrizioni è stata prorogata al 31/10/2018 | 17-09-2018

il termine previsto per le iscrizioni è stato prorogato al 31/10/2018.

Sezione FAQ
È attiva una pagina per le FAQ | 21-08-2018

E disponibile una sezione relativa alle domande più frequenti. Clicca qui per accedere, ... Leggi di più...

Sono aperte le iscrizioni
Iscrizioni aperte | 03-08-2018

Per iscriversi, accedere al sito di Ateneo (www.uninsubria.it).

Altre notizie

B1 - Comunicazione della Scienza

Docente: Andrea Candela

Obiettivi formativi

L’insegnamento si prefigge la finalità di introdurre, in una prospettiva teorica e anche storica, ai metodi e alle principali problematiche delle diverse forme di comunicazione e divulgazione della scienza, la cui conoscenza è ritenuta indispensabile alla professione del comunicatore/divulgatore scientifico.

Nel corso delle lezioni, saranno illustrati e discussi fondamenti e metodi della comunicazione pubblica della scienza, considerando sia le criticità di coverage mediatico sia la complessa relazione, spesso conflittuale, tra scienza e società. Si porrà infine particolare attenzione alle forme di narrazione (storytelling) della scienza in pubblico e alla rispettiva relazione con gli immaginari scientifici. L’introduzione allo storytelling di scienza, tecnologia e ambiente sarà anche occasione per soffermarsi sulle modalità attraverso le quali nascono le, cosiddette, “bufale scientifiche”. 

I risultati di apprendimento attesi prevedono:

  • la conoscenza delle basi teoriche e applicative della comunicazione pubblica della scienza;
  • la capacità di interpretare correttamente le tematiche massmediali e tecnico-scientifiche illustrate nel corso delle lezioni;
  • la conoscenza delle possibili criticità coinvolgenti l’accettazione pubblica di acquisizioni scientifiche e innovazioni tecnologiche;
  • la capacità di discernere teorie scientifiche e teorie pseudoscientifiche;
  • una migliore comprensione interdisciplinare delle relazioni intercorrenti tra scienza, media e società.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti del corso

Durante le ore di lezione saranno affrontati e discussi gli argomenti seguenti:

  • comunicare la scienza: perché? Le ragioni storiche e odierne. Elementi di storia della comunicazione scientifica;
  • introduzione ai differenti modelli (metodi) di comunicazione della scienza e alla figura del comunicatore scientifico;
  • dalla comunicazione interna (specialistica) alla comunicazione pubblica della scienza. Ambiti, settori e professioni della comunicazione pubblica della scienza;
  • scienza e società: una difficile relazione. La narrazione della scienza nei mass media: sua rappresentazione e interazione con l’opinione pubblica;
  • elementi di giornalismo scientifico (criteri di notiziabilità, produzione e trattamento delle notizie scientifiche dalla carta stampata al web);
  • science writing e storie di scienza. Introduzione allo storytelling e ai rispettivi legami con gli immaginari scientifici;
  • comunicare scienza e natura attraverso la storia e l’arte;
  • la nascita di una bufala: leggende metropolitane a soggetto scientifico, tecnologico e ambientale. Il confine tra scienza e pseudoscienza.

Metodi didattici

Il corso si articola in 16 ore di lezione frontale in aula. Al fine di assecondare lo sviluppo di una maggiore capacità critica e di verificare l’adeguata comprensione degli argomenti trattati, nel corso delle lezioni gli allievi saranno incoraggiati a interagire reciprocamente e con il docente mediante discussioni e interventi.

Modalità di verifica dell’apprendimento

[in corso di definizione]

Testi di riferimento

  • Andrea Candela, Dal sogno degli alchimisti agli incubi di Frankenstein. La scienza e il suo immaginario nei mass media, FrancoAngeli, Milano 2013.

Saranno inoltre forniti slide e materiali didattici delle lezioni.